Centri visita
Attività
Eventi
Prodotti locali
Multimedia
Materiale informativo
Logo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Vivere il Delta » Delta è Gusto » Prodotti della Pesca

Cozza DOP di Scardovari

Appartenente alla famiglia delle Mytilidae (Mitilidi), la cozza è un mollusco ricoperto da due valve simmetriche di forma ovale allungata e di colore nero o nero violaceo all'esterno e madreperlaceo all'interno e misura una lunghezza di circa 6-8 cm. L'animale racchiuso è turgido, di colore giallo intenso nella femmina, biancastro nel maschio, odore e gusto delicati che richiamano intensamente il salmastro. La forma tipica di M. Galloprovincialis si contraddistingue per la conchiglia equivalve, inequilaterale e allungata, con la parte dorsale appuntita e quella ventrale arrotondata. I margini sono in parte paralleli. Il mitile può raggiungere grandi dimensioni: sono abbastanza frequenti esemplari di lunghezza superiore a 10 cm. Lunghezza massima 11 cm.

Nel Delta del Po Veneto l'area tipica è quella degli Scardovari, vasto specchio d’acqua di 12 ettari compreso tra le foci del Po di Gnocca e del Po delle Tolle. Si tratta di un ambiente lagunare di transizione dove la mitilicoltura viene praticata dalla fine degli anni '60, raggiungendo oggi elevati livelli di produttività, grazie alla concomitanza di fattori ambientali che rendono quest'area particolarmente idonea a questa attività. In mare aperto le cozze vengono coltivate al largo delle zone di Rosolina e Scardovari, in aree aventi un'estensione complessiva di 1600 ettari. Qui i mitili si allevano in impianti galleggianti (off-shore) con sistemi di allevamento in sospensione (long-line).

La cozza è una specie che sopporta brevi periodi di emersione e forma quindi fitte colonie che, dai livelli inferiori di marea, scendono fino a diversi metri di profondità. Vive attaccata ai diversi substrati mediante un filamento solido di fibre proteiche denominato bisso. Viene staccata mediante raschiamento. Si riproduce in primavera attraverso l'emissione di larve plantoniche. Una volta liberate, esse fluttuano nell'acqua finché trovano un substrato ideale su cui insediarsi.

Il periodo più favorevole al consumo va da aprile a settembre. La carne di questo mollusco è magra e ad alto valore nutritivo, ricco di proteine e di acidi grassi polinsaturi, importanti nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Garantisce inoltre un buon apporto di sali minerali, in particolare sodio, potassio, fosforo, ferro e vitamina A.


Cozze di Scardovari
Cozze di Scardovari
(foto di: Archivio Parco Regionale Veneto del Delta del Po)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
© 2022 Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po
via G. Marconi, 6 - 45012 Ariano Polesine (RO)
Telefono 0426/372202 - FAX 0426/373035
Email: info@parcodeltapo.org
Posta certificata: parcodeltapo@pecveneto.it
PagoPA