Le attività

Vivere il Deltamappa delta poLe attività sportive e non nel Parco del Delta del Po sono notevoli e tutte legate a forme di un turismo slow. In bici, in barca, in canoa o a piedi, possiamo eseguire escursioni e conoscere al meglio le aree protette del Parco. Scarica la cartina del Parco

Leggi tutto...

L'ospitalità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.La cucina polesana è una cucina semplice e genuina che utilizza i prodotti del territorio: pesce, verdure (particolare menzione va al radicchio, alle insalate ed alla zucca), riso, maiale (la Bondola è un insaccato tipico) e frutti di mare.

Leggi tutto...

La Civiltà dell’Acqua in Veneto. Un viaggio sostenibile da Padova al Grande Delta con il museo digitale e diffuso Water Museum of Venice

Invito PadovaTurismo slow, arte, cultura, prodotti locali e sviluppo sostenibile si coniugano alla perfezione nei patrimoni di civiltà dell’acqua del Veneto che oggi aderiscono alla rete del Water Museum of Venice. Un museo “digitale e diffuso” realizzato dal Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua onlus che, grazie al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ha già trovato l’adesione di oltre 60 fra patrimoni idraulici, musei e luoghi d’acqua fra Padova e il Delta del Po. Sono due gli eventi in programma nel mese di marzo, a Padova e Adria, per presentare le ultime attività realizzate dal Water Museum of Venice, tra cui itinerari digitali, video interviste, attività di comunicazione e promozione a livello regionale e nazionale (materiali disponibili dalla piattaforma www.watermuseumofvenice.com).

 

Il Water Museum of Venice aderisce alla Rete Mondiale dei Musei dell’Acqua, che ha già ottenuto il prestigioso riconoscimento di “iniziativa UNESCO” da parte del Consiglio Intergovernativo dell’UNESCO-IHP (International Hydrological Programme). A Padova e Adria verranno dunque discussi i temi della valorizzazione dei patrimoni idraulici storici connessi allo sviluppo sostenibile:

temi al centro di un dibattito internazionale promosso dall’UNESCO.

 

Il primo incontro si terrà a Padova il giorno 28 Marzo alle ore 15,00 presso l’Orto Botanico dell’Università di Padova (via Orto Botanico 15). L’Orto Botanico, già dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, fu fondato nel 1545 ed è il più antico orto botanico al mondo. Partecipano all’incontro l’assessore del Comune di Padova, Andrea Colasio, e Barbara Baldan, Prefetto dell’Orto Botanico dell’Università di Padova, oltra alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Il direttore del Centro Civiltà dell’Acqua, Eriberto Eulisse, presenterà le ultime attività del Water Museum of Venice collegate alla Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua.

Nel corso dei lavori sarà inoltre presentato da Carlo Mazzanti l’ultimo numero della Rivista di Geopolitica “Atlantis” che raccoglie un Dossier esclusivo di trenta pagine dedicato ai musei dell’acqua in prospettiva comparata e internazionale, con approfondimenti di Francesco Vallerani, Domenico Letizia, Eriberto Eulisse, Lucio Bonato, Sara Bianchi e Oscar Zampiron. La rivista sarà distribuita gratuitamente a tutti i partner aderenti al Water Museum of Venice. Infine è prevista una tavola rotonda, moderata da Domenico Letizia (corrispondente di Radio Atene) e Oscar Zampiron, per condividere la programmazione delle future attività della rete patavina, con un Focus Group volto allo sviluppo di un network strategico, d’impatto locale e internazionale.

 

Il giorno successivo, 29 Marzo, presso la Sala della Giunta Comunale del Comune di Adria si terrà alle ore 15,00 un incontro sullo stesso tema, focalizzato però sulla neonata Rete del Delta aderente al progetto. Parteciperanno il Sindaco Omar Barbierato e l’assessore Andrea Micheletti, il Commissario del Parco Regionale Veneto Delta del Po Giovanni Viti e un rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Seguirà l’intervento di Eriberto Eulisse con la presentazione delle attività realizzate dal Water Museum of Venice e collegate alla Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Nel corso dei lavori sarà inoltre presentato da Carlo Mazzanti l’ultimo numero della Rivista di Geopolitica “Atlantis” che raccoglie un Dossier esclusivo di trenta pagine dedicato ai musei dell’acqua in prospettiva comparata e internazionale, con approfondimenti di Francesco Vallerani, Domenico Letizia, Eriberto Eulisse, Lucio Bonato, Sara Bianchi e Oscar Zampiron. La rivista sarà distribuita gratuitamente a tutti i partner aderenti al Water Museum of Venice. Infine è prevista una tavola rotonda, moderata da Domenico Letizia (corrispondente di Radio Atene) e Sara Bianchi, per condividere la programmazione delle future attività della rete patavina, con un Focus Group volto allo sviluppo di un network strategico, d’impatto locale e internazionale.

 

Il Water Museum of Venice

 

Obiettivo del Water Museum of Venice è far conoscere e promuovere le testimonianze più significative dei frammentati patrimoni e “universi liquidi” di Civiltà dell’Acqua delle Tre Venezie per costruire un futuro più sostenibile. Tramite un museo “virtuale” ma capillarmente “diffuso” nel territorio, volto a mettere in rete le istituzioni e i soggetti che gestiscono i patrimoni storicamente plasmati dall’acqua e dall’uomo in linea con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile.

 

Il Water Museum of Venice rappresenta, in tal senso, una sfida per costruire un futuro migliore a partire dall’obiettivo n.6 dello sviluppo sostenibile, volto a garantire a tutti la disponibilità e una gestione più sostenibile dell’acqua, dunque prevenendo ulteriori forme di inquinamento e favorendo un uso più accorto della risorsa. Il progetto si rivolge dunque a cittadini e amministratori che hanno a cuore la preservazione e la valorizzazione di tutte le acque, superficiali e sotterranee, unitamente ai patrimoni storici in grado di raccontarci e rievocare la relazione unica e speciale dei nostri predecessori con il bene più prezioso per la vita.

 

Giornalisti, istituzioni, ricercatori, studenti, ambientalisti e cittadini sono invitati a partecipare per approfondire il ruolo cruciale che i patrimoni idraulici ereditati rivestono nell’educazione a un uso più consapevole dell’acqua di cui oggi bisogna più che mai farsi carico.

Info e contattiwww.watermuseumofvenice.com  | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

 

In evidenza

La Civiltà dell’Acqua in Veneto. Un viaggio sostenibile da Padova al Grande Delta con il museo digitale e diffuso Water Museum of Venice

Invito PadovaTurismo slow, arte, cultura, prodotti locali e sviluppo sostenibile si coniugano alla perfezione nei patrimoni di civiltà dell’acqua del Veneto che oggi aderiscono alla rete del Water Museum of Venice. Un museo “digitale e diffuso” realizzato dal Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua onlus che, grazie al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ha già trovato l’adesione di oltre 60 fra patrimoni idraulici, musei e luoghi d’acqua fra Padova e il Delta del Po. Sono due gli eventi in programma nel mese di marzo, a Padova e Adria, per presentare le ultime attività realizzate dal Water Museum of Venice, tra cui itinerari digitali, video interviste, attività di comunicazione e promozione a livello regionale e nazionale (materiali disponibili dalla piattaforma www.watermuseumofvenice.com).

 

Il Water Museum of Venice aderisce alla Rete Mondiale dei Musei dell’Acqua, che ha già ottenuto il prestigioso riconoscimento di “iniziativa UNESCO” da parte del Consiglio Intergovernativo dell’UNESCO-IHP (International Hydrological Programme). A Padova e Adria verranno dunque discussi i temi della valorizzazione dei patrimoni idraulici storici connessi allo sviluppo sostenibile:

Leggi tutto...

Delta è Gusto una rete di sapori

cartolina deltaègustoqrcodeDelta è Gusto. Una rete di sapori” è un progetto dell’Ente parco Regionale Veneto del Delta del Po nell'ambito del progetto PO FEAMP 2014/2020 (progetto 07/MCO/2017 misura 5.68 con priorità n. 5) sulla valorizzazione e promozione di prodotti di qualità del settore ittico che si prefigge di mettere in rete le eccellenze ed i produttori del territorio.

Il FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) è uno dei cinque fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) che si integrano a vicenda e mirano a promuovere una ripresa basata sulla crescita e l’occupazione in Europa. Leggi tutto...

OBIETTIVO TERRA 2019 Il concorso e la Giornata Mondiale della Terra

Banner OT2019La Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana Onlus, promuovono, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, indetta dall’ONU nel 1970 e celebrata ogni 22 aprile, il concorso di fotografia geografico-ambientale “Obiettivo Terra”, giunto alla X edizione. Obiettivo del concorso è di sostenere le Aree Protette italiane nel faticoso compito di difesa, valorizzazione e promozione del patrimonio ambientale e, con esso, del paesaggio, dei borghi, delle peculiarità e delle tradizioni enogastronomiche, agricole, artigianali, storico-culturali e sociali favorendo la diffusione di un modello di turismo ecosostenibile e responsabile e la concreta transizione all’economia circolare. Diverse migliaia i partecipanti che in questi anni hanno candidato i loro scatti. Il vincitore del concorso, Leggi tutto...

Il brand “Biosfera Delta Po”: disponibili sul sito i moduli per la richiesta

fbc9658f-6966-4619-bfa5-eddf5db35ff4Il 17 maggio 2017 il Gruppo di coordinamento MaB Unesco Delta del Po ha approvato la nuova brand identity ufficiale “Biosfera Delta Po”, le linee guida per la sua utilizzazione ed il Piano di Comunicazione triennale della Biosfera Delta PoIl brand “Biosfera Delta Po” è un potente strumento per promuovere l’attrattiva del Delta del Po. Esso intende comunicare il concetto di «tutela» non come «cappa» di vincoli su di un territorio, ma come valorizzazione di un’area di pregio pulsante di attività dell’uomo: agricoltura, agroalimentare, prodotti tipici, cultura enogastronomica, pesca e caccia, che si sono storicamente specializzate nello straordinario contesto del Delta del Po e che oggi sono, assieme agli aspetti naturali, elementi di attrazione di significativi flussi di turismo sostenibile. Leggi tutto...

2 centraline attive nel Parco per il rilevamento dei dati meteo nell'ambito del Progetto Climapark

 

centralinaIl Parco Regionale Veneto del Delta del Po è da sempre sensibile al tema ambientale e al cambiamento climatico, con il progetto Climaparks si ha la possibilità di studiare i cambiamenti ambientali in atto e di predisporre e sperimentare interventi volti a promuovere una maggiore sensibilizzazione sui cambiamenti climatici stessi . Nell’ambito del Progetto dal gennaio 2013 è attiva una centralina di rilevamento dei dati meteo presso il Centro Visitatori di Porto Viro e da maggio 2014 una seconda centralina è stata istallata a San Basilio E' possbile inoltre visionare i dati in tempo reale relativi anche a temperatura, umidità, vento e irraggiamento solare a questo link 

 

Il Delta del Po

Parco del DeltaDetto il "dolce gigante", il Po, il fiume più lungo d'Italia, con i suoi 650 chilometri attraversa la pianura Padana fino all'Adriatico, dove sfocia a delta, dando vita ad una delle più vaste zone umide europee e del Mediterraneo.

Leggi tutto...

Vivere il Delta

Vivere il DeltaIl Delta del Po è una terra stupenda ancora in buona parte sconosciuta, da percorrere lentamente, scoprendo la dolcezza del paesaggio, l'accoglienza calda e ruvida dei casoni, l'emozione dei ponti di barche, il mistero dei folti canneti, i vasti orizzonti, le attività nelle valli, nelle lagune e negli orti, fino al fascino della foce e degli estremi scanni, lembi di sabbia finissima in continuità con il mare. 

Leggi tutto...

Scarica l'App ufficiale
Get it on Google Play

Scan me!
Scan me & Get on Google Play!

Oppure visita la versione mobile da tutti i dispositivi
Scan me & e browse!

Manifestazioni - Eventi

Eventi 2019

P5030229 comp

La pagina delle manifestazioni del Parco e dei comuni del Parco è in continua evoluzione e viene periodicamente aggiornata con l'inserimento costante dei nuovi eventi

Leggi tutto...