Museo Archeologico di Adria

 

 

Indirizzo P.le Etruschi, 1 - 45011 Adria (RO)
Telefono 0426/21612
Giorni e orario di apertura Tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.30
Ingresso Dai 18 ai 25 anni: Euro 1,00
Dai 26 in su: Euro 2,00
Informazioni Il Museo Archeologico Nazionale di Adria è stato costruito nel 1961 su progetto dell'architetto Benati e dell'ingegner Scarpari per dare una degna locazione alle numerose testimonianze raccolte sin dal 1780 da F.G. Bocchi.
Da tutte le campagne di scavo da quella del 1878/79 proprio sull'area dove sorge il Museo condotta da F. Bocci, sino a quelle più recenti, è emersa l'incredibile fertilità archeologica del territorio adriese.
Il Museo di Adria racconta di vicende che datano dal XIII secolo a.C., dall'età del bronzo al periodo romano, dei paleoveneti, degli etruschi e dei greci, dei galli e dei romani. Al suo interno, la disposizione dei reperti, mostra la presenza di tante culture diverse che hanno comunque prodotto una grande influenza sulla popolazione locale.
La visita al Museo ha inizio dalle ceramiche attiche a figure nere e rosse insieme a ceramiche corinzie e rodiensi. Seguono le espressioni etrusche, ceramiche, buccheri, utensili e statuette votive in bronzo. Durante il percorso incontriamo le "imitazioni" locali, tra cui, come pezzo unico, un grande vaso che si rifà ai modelli greci nelle figure e nei colori; e ancora corredi tombali greco - etruschi, gioielli in ambra, oro e pasta vitrea. Il periodo romano è documentato da ceramiche, vetri, oggetti d'uso e d'ornamento ai piedi della scala che porta al piano terra si colloca la viga, rinvenuta negli scavi del '38: davanti al cocchio i due cavalli aggiogati, dietro il cavallo da sella del guerriero. Nel cortile interno è disposto il lapidario: iscrizioni tombali, molte su stele a disco caratteristiche di Adria; è presente anche un cippo miliario della Via Popillia. Il Museo è inoltre arricchito da una sezione che accoglie alcune delle più significative scoperte fatte nel territorio polesano: dagli abitati preistorici di Canar a Castelnuovo Bariano, le ceramiche dell'età del bronzo di Marola e Canova, l'ambiente protovillanoviano di Mariconda e Villamarzana, ma soprattutto di Frattesina e quello greco - etrusco e paleoveneto di San Basilio. La visita al Museo di Adria si conclude con ciò che è stato restituito dal complesso di età imperiale di Corte Cavanella di Loreo (la Mansio Fossis nella Tabula Peutingeriana), e i corredi della necropoli di fondo Canotto, le coppe di produzione adriese in terra sigillata firmata da Lucius Sarius Surus.
Per saperne di più www.smppolesine.it 

Il Delta del Po

Parco del DeltaDetto il "dolce gigante", il Po, il fiume più lungo d'Italia, con i suoi 650 chilometri attraversa la pianura Padana fino all'Adriatico, dove sfocia a delta, dando vita ad una delle più vaste zone umide europee e del Mediterraneo.

Leggi tutto...

Vivere il Delta

Vivere il DeltaIl Delta del Po è una terra stupenda ancora in buona parte sconosciuta, da percorrere lentamente, scoprendo la dolcezza del paesaggio, l'accoglienza calda e ruvida dei casoni, l'emozione dei ponti di barche, il mistero dei folti canneti, i vasti orizzonti, le attività nelle valli, nelle lagune e negli orti, fino al fascino della foce e degli estremi scanni, lembi di sabbia finissima in continuità con il mare. 

Leggi tutto...

Scarica l'App ufficiale
Get it on Google Play

Scan me!
Scan me & Get on Google Play!

Oppure visita la versione mobile da tutti i dispositivi
Scan me & e browse!

Manifestazioni - Eventi

Eventi 2018

P5030229 comp

La pagina delle manifestazioni del Parco e dei comuni del Parco è in continua evoluzione e viene periodicamente aggiornata con l'inserimento costante dei nuovi eventi

Leggi tutto...