Piano gestione ZPS

La Rete Natura 2000 e il Piano di Gestione (PdG) ZPS IT 3270023 "Delta Po"

Con la Direttiva Habitat (Direttiva 92/42/CEE) è stata istituita la rete ecologica europea "Natura 2000": un complesso di siti caratterizzati dalla presenza di habitat e specie sia animali e vegetali di interesse comunitario, la cui funzione è quella di garantire la sopravvivenza a lungo termine della biodiversità presente sul continente europeo.
L'insieme di tutti i siti definisce un sistema strettamente relazionato da un punto di vista funzionale: la rete non è costituita solamente dalle aree ad elevata naturalità identificate dai diversi paesi membri, ma anche da quei territori contigui ad esse ed indispensabili per mettere in relazione ambiti naturali distanti spazialmente ma vicini per funzionalità ecologica. E' bene specificare quindi che i siti Natura 2000 comprendono una moltitudine di situazioni sia dal punto di vista ecologico, sia da quello socio-economico, sia per quanto riguarda le condizioni attuali di pianificazione territoriale.
Da quanto si legge all'art. 3 della Direttiva Habitat "[...] questa rete, formata dai siti in cui si trovano tipi di habitat naturali, deve garantire il mantenimento ovvero, all'occorrenza, il ripristino, in uno stato di conservazione soddisfacente, dei tipi di habitat naturali e degli habitat delle specie interessati nella loro area di ripartizione naturale. La rete Natura 2000 comprende anche le zone di protezione speciale classificate dagli Stati membri a norma della Direttiva 79/409/CEE". La Rete è perciò costituita dai Siti di Interesse Comunitario e appunto dalle ZPS.

I Siti di Interesse Comunitaria (SIC) istituiti ai sensi della Direttiva Habitat al fine di contribuire in modo significativo a mantenere o a ripristinare un habitat naturale o una specie in uno stato di conservazione soddisfacente. Gli stati membri definiscono la propria lista di Sic proposti (pSIC) sulla base dei criteri individuati nella Direttiva 92/43/CEE. Per l'approvazione dei pSIC la lista viene trasmessa formalmente alla Commissione Europea, Direzione Generale (DG) Ambiente, unitamente, per ogni sito individuato, ad una scheda standard informativa completa di cartografia. Spetta poi successivamente al Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, designare, con decreto adottato d'intesa con ciascuna regione interessata, i SIC elencati nella lista ufficiale come "Zone speciali di conservazione" (ZSC).

Il Piano di Gestione è uno strumento operativo che disciplini gli usi del territorio al fine di renderli compatibili con la presenza in condizioni ottimali degli habitat e delle specie che hanno determinato l'individuazione della ZPS ed individui le azioni e gli interventi di conservazione necessari al loro mantenimento e/o ripristino.
Il PdG per i siti della rete Natura 2000 - la cui importanza è sottolineata dalla stessa Direttiva 92/43/CEE "Habitat" - rappresenta, assieme alle misure di conservazione, uno strumento fondamentale per la tutela della biodiversità del singolo sito e dell'intera rete.
Le indicazioni fondamentali per una corretta gestione devono essere sviluppate basandosi su alcuni concetti chiave nella gestione di territori particolarmente caratteristici di specie vegetali e faunistiche: la gestione deve portare ad un miglioramento dello stato di conservazione ed evitare che questo sia perturbato o peggiorato; la gestione deve tener conto delle esigenze economiche, sociali e culturali, nonché delle particolarità regionali e locali; nella gestione i siti non sono da considerare isolati, ma inseriti in un più ampio contesto di rete ecologica ed è possibile avviare attraverso il Piano di Gestione iniziative per una loro migliore integrazione; i siti sono da monitorare regolarmente ed occorre redigere una relazione periodica sullo stato di conservazione e gli sviluppi in atto.

Il gruppo di lavoro per la redazione del Piano di Gestione della ZPS IT 3270023 "Delta Po" è costituto dall'Ente Regionale Parco Delta del Po, dal Consorzio Ferrara Ricerche - Istituto Delta srl e dall'Università IUAV di Venezia - Facoltà di Pianificazione del Territorio.

Contatto email del gruppo di lavoro: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

The Delta

Parco del DeltaThe river Po, called the “gentle giant”, is the longest river in Italy. With its 650 km (about 400 miles), it runs through the Po Plain and flows into the Adriatic Sea, forming a delta and one of the largest wetlands in Europe and in the Mediterranean Sea.

Read more...

Experiencing the Delta

Vivere il DeltaThe Po Delta is a wonderful land, most of which is still unknown. It should be experienced by walking slowly across it, discovering the gentleness of its landscape, the warm and rough welcome of the fishing lodges, the emotion of the boat bridges, the mystery of the thick canebrakes, the wide horizons, the activity in the fishing lagoons and in the vegetable gardens, the charm of the mouth and of the sandbars, strips of very thin sand following the seashore.
 

Read more...

Scarica l'App ufficiale
Get it on Google Play

Scan me!
Scan me & Get on Google Play!

Oppure visita la versione mobile da tutti i dispositivi
Scan me & e browse!

Events

Events 2018 work in progress, next update

P5030229 comp

The main Park events , page is always under construction, events might change

 

Read more...