Die Projekte

Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007 – 2013: SLOW TOURISM 

Il progetto SLOW TOURISM, coinvolge 30 partner provenienti da tutte le aree ammissibili al programma e ha una durata complessiva di 36 mesi. Il partneriato è composto da Agenzie di Sviluppo locale e Gruppi di Azione Locale, enti istituzionali quali Province, Comuni, Enti Parco, il Dipartimento di Scienze dell'Università di Trieste ed enti specializzati nel settore del marketing turistico

Projekt je sofinanciran v okviru Programa čezmejnega sodelovanja Slovenija-Italija 2007-2013 iz sredstev Evropskega sklada za regionalni razvoj in nacionalnih sredstev.

Progetto e finanziato nel’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

“Climaparks – cambiamenti climatici e gestione delle aree protette” è un progetto che si inserisce nel panorama della cooperazione transfrontaliera Italia – Slovenia 2007/2013. L’Ente parco regionale veneto del Delta del Po fa parte della rete di partenariato, assieme a 4 enti italiani (Parco naturale delle Prealpi Giulie, Parco naturale delle Dolomiti Friulane, Provincia di Ravenna e Parco naturale del Delta del Po Emilia – Romagna) e a 4 enti sloveni (Parco delle Saline di Sicciole, Parco delle Grotte di San Canziano, Parco naturale di Strugnano ed il lead partner, il Parco Nazionale del Triglav).

Il progetto intende evidenziare gli effetti dei cambiamenti climatici sulle aree protette e mettere a punto delle strategie gestionali di contrasto. Il progetto vuole affiancare ad attività di tipo scientifico, quali la realizzazione di monitoraggi ambientali, iniziative di divulgazione con la popolazione residente e con i portatori di interesse (operatori economici, scuole, turisti).

Anche l’ente parco regionale veneto del Delta del Po concorrerà al raggiungimento degli obiettivi del progetto sviluppando con Climaparks iniziative inerenti la conservazione della biodiversità e la promozione di comportamenti ecosostenibili. E’ infatti prevista una campagna di monitoraggio dei passeriformi, specie che permette di fornire uno status sulla naturalità delle aree d’indagine. I monitoraggi andranno a completare la serie di informazioni raccolte dal parco negli ultimi anni, fornendo ulteriori dati per valutazioni sugli indici ecologici dell’area. L’Ente procederà anche all’acquisto di attrezzatura tecnico-informatica, tra le quali una centralina per la raccolta di dati sul clima. Presso un centro visitatori del Parco verrà allestito un corner Climaparks dove poter avere accesso alle informazioni raccolte e rielaborate e vedere direttamente come le variazioni del clima influenzino l’area del Delta. Significativa per la visibilità che darà al messaggio del progetto, la realizzazione di un sistema di mobilità lenta, con l’installazione di stazioni di bike sharing.

Il progetto ha una durata triennale e la cui conclusione è prevista nel 2013. Il budget complessivo è di circa 3.300.000 €, mentre la quota riservata alle attività del Parco veneto del Delta del Po è di 329.000 €. 

 

 

IL PROGETTO NATREG IN SINTESI

Sviluppato nel quadro del Programma di Cooperazione Transnazionale del Sud-Est Europa, il progetto NATREG (Managing NATural Assets and Protected Areas as Sustainable REGional Development Opportunities) ha lo scopo di promuovere le potenzialità delle risorse naturali e delle aree protette, in quanto opportunità per lo sviluppo regionale sostenibile. Mediante un lavoro comune dei diversi soggetti coinvolti nei Piani di Gestione integrata per le aree protette e sul rapporto tra siti Natura 2000, s’intende giungere ad una Strategia condivisa per lo sviluppo integrato tra le attività economiche ed il patrimonio ambientale delle aree protette. Il progetto è infatti incentrato sulla interconnettività delle aree protette nel Sud-Est Europa, sulla realizzazione di una rete ecologica europea e sul trasferimento di conoscenze tra Stati Membri, necessario per l’attuazione della legislazione comunitaria.
L’Italia partecipa al progetto con la Regione Veneto e l’Agenzia Regionale per la
Prevenzione e l’Ambiente (ARPA) dell’Emilia-Romagna e l’attivo coinvolgimento dell’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po e dell’Ente Parco Regionale del Delta del Po dell’Emilia-Romagna. L’area pilota scelta è situata ai due lati del corso del Po di Goro, che segna il confine amministrativo delle due Regioni, dove molteplici sono le istanze per forme di sviluppo in accordo con la sostenibilità ambientale di un’area protetta tra le più importanti a livello europeo. 

2Bparks

Creative Sustainable Management, Territorially Compatible Marketing, and Environmental Education to be parks.

Progetto trasnanzionale co-finanziato dalla EU nell’ambito dell’Obiettivo di cooperazione territoriale MED Luglio  2010 – Giugno  2013 FESR Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale; ERDF European Regional Development Fund

La brochure

Pesca Amica, più vicina a Te

Ente Parco del Delta, Coldiretti Rovigo e Unci pesca uniti per lanciare il nuovo marchio “Pesca amica/ miglio zero” che contribuirà a far conoscere i pesci e i molluschi del Delta del Po. Sarde e alici, vongole veraci e cozze di Scardovari, cefali e anguille sono le specie che popolano le lagune e le acque al largo della costa polesana. Il legame col territorio deltizio, le tradizioni dei pescatori, il valore nutrizionale, i segreti per prepararli in cucina.Un primo passo di un progetto unitario di valorizzazione del territorio del parco, attraverso le eccellenze ittiche delle lagune e del mare.

Progetti 2000/2006

Altri Progetti

Das Podelta

Parco del DeltaDer Po, auch der "sanfte Riese "genannt, ist der längste Fluss Italiens. Auf einer Strecke von 650 km Kilometern durchquert er die Poebene bis zur Adria, wo er sich in ein Delta auffächert und so eines der größten Feuchtgebiete in Europa und dem Mittelmeerraum geschaffen hat.

Weiterlesen...

Das Leben im Delta

Vivere il DeltaDas Podelta ist ein wunderschönes Gebiet und noch weitgehend unbekannt. Es lädt zur langsamen Entdeckung der harmonischen Landschaft ein, der warmen und rustikalen Gastfreundschaft seiner Landhäuser ("casoni"), der Pontonbrücken, des geheimnisvollen dicken Schilfrohrs, der weiten Horizonte, der Aktivitäten in den Teichen, Lagunen und Gemüsegärten, und bezaubert durch den Charme der Meeresmündung und der äußersten Küstenstreifen, Sandbänke aus feinstem Sand, die ins Meer übergehen.


 

Weiterlesen...

Scarica l'App ufficiale
Get it on Google Play

Scan me!
Scan me & Get on Google Play!

Oppure visita la versione mobile da tutti i dispositivi
Scan me & e browse!

Veranstaltungen

Geschehen 2018

Die Veranstaltungsseite bezüglich Events im Park und den entsprechenden Parkgemeinden wird ständig weiterentwickelt und regelmäßig durch das Einfügen neuer Termine aktualisiert.

Weiterlesen...